programma cover.jpeg

IL PROGRAMMA

È la «visione» della Verona che vogliamo costruire.

Un modello di città orgogliosa della sua cultura e del lavoro delle sue donne e dei suoi uomini, con l’ambizione di diventare
una Verona Europea che cresce e che ama la bellezza.

 

LINEE GUIDA DELL’IDEA DI VERONA CHE REALIZZEREMO

IL CAPITALE SOCIALE

UNA VERONA CHE PONE AL CENTRO
I GIOVANI, L’ARTE E LA CULTURA

Il mondo non è un’eredità ricevuta dai nostri padri ma un prestito da restituire ai giovani, il loro presente e il loro futuro sono al centro della nostra visione di città. Ascolteremo le loro esigenze, a partire dai bambini e dalle scuole, e dialogheremo con le famiglie per supportarle nel loro compito più difficile: formare i cittadini e le cittadine di domani. Coinvolgeremo il mondo dell’Università per fare tesoro del prezioso ed indispensabile contributo che può offrire con i suoi tanti talenti e competenze. Valorizzeremo l’arte e la cultura che rendono Verona unica e riconoscibile nel mondo e un motore di sviluppo umano ed economico.

PROSSIMITÀ

UNA VERONA CHE PONE AL CENTRO LA «CURA»

Verona è fatta di tante piccole e diverse realtà, ognuna delle quali merita un'attenzione particolare. Per questo, le Circoscrizioni devono recuperare il loro ruolo di aggregazione sociale, secondo una logica di prossimità e di decentramento. Crediamo che, solo così, riusciremo a creare una comunità più attenta ai bisogni delle persone singole e delle famiglie, all'inclusione e alla valorizzazione della diversità: la sicurezza di una città passa soprattutto attraverso comunità presenti e attive, che si prendono cura di chi abita accanto. Inoltre, l'Amministrazione è chiamata a instaurare un dialogo continuo e strutturato con il tessuto imprenditoriale della città, supportando e valorizzando le aziende e creando Rete! tra pubblico e privato.

COMPETENZE E SVILUPPO

UNA VERONA CHE PONE AL CENTRO SICUREZZA, TRASPARENZA E LEGALITÀ

Rilanciare Verona e migliorare la qualità della vita, del lavoro e dei servizi significa investire nella formazione continua, e valorizzare le competenze dei cittadini e delle cittadine attraverso l'attribuzione dei ruoli chiave e di responsabilità dell'Amministrazione e delle società partecipate in base al merito e alle capacità. Rilanciare la nostra città significa anche aprirci all'Europa e al mondo, attivando le
migliori risorse che abbiamo attraverso la creazione di una struttura competente, specifica e al passo con le continue opportunità che i fondi pubblici - regionali, statali ed europei - offrono. I principi guida della nostra Amministrazione saranno quelli della trasparenza e della legalità, al fine di rafforzare e garantire la sicurezza sul territorio cittadino.

SENTIRSI «A CASA»

UNA VERONA CHE PONE AL CENTRO
SVILUPPO SOSTENIBILE E AMBIENTE

Il tema della sostenibilità è trasversale e coinvolge ogni aspetto dell'Amministrazione:
dal settore turistico a quello industriale, dalla rigenerazione urbana ai servizi pubblici
e alla mobilità. Occuparsi di ambiente significa concentrarsi sul tema dell'energia, dei
rifiuti, del verde, ma non solo. È necessario attivare un circolo virtuoso in linea con
gli obiettivi europei per la lotta contro il cambiamento climatico. Un circolo virtuoso
che non solo rispetta l'ambiente e rende la nostra città più vivibile, ma che genera
lavoro, migliora le prospettive di vita, attira investimenti e mira a trasformare Verona
in una smart city, attenta a sfruttare al meglio gli strumenti e le possibilità offerte
dall'innovazione tecnologica.

RESPONSABILITÀ

UNA VERONA CHE PONE
AL CENTRO IL BENE-ESSERE

Al centro di ogni progetto e azione programmata noi poniamo la persona con i suoi bisogni e i suoi talenti. Il mondo del terzo settore a Verona ha una lunga storia ed èanimato da un forte spirito di solidarietà: il compito dell'Amministrazione comunaleè quello di dare maggiore peso e voce alle tante realtà positive di questo settore valorizzandole e mettendole in Rete! attraverso la creazione di un Assessoratodedicato. L'obiettivo è intercettare e rispondere concretamente alle esigenze deicittadini e delle cittadine, con ascolto attivo e occhio attento, per garantire a tutti etutte pari diritti e opportunità.